Corso di formazione per il giusto approccio nella cura degli anziani


Un progetto di formazione per un giusto e proficuo approccio nella cura degli anziani. A organizzarlo è la cooperativa Sociale Consortile “L’agorà d’Italia” che ha chiamato a realizzarlo il dottor Pietro Vigorelli, medico e psicoterapeuta docente all’Università di Milano e Pavia e fondatore del Gruppo Anchise, associazione per la ricerca, la formazione e la cura della persona anziana. Alla base del lavoro del dottor Vigorelli, e quindi delle attività di formazione promosse ad Arezzo dall’Agorà d’Italia, c’è il concetto di approccio capacitante centrato sulla parola, con il fine di tener vivo il suo uso, in modo da favorire una convivenza sufficientemente felice tra gli operatori delle RSA e i loro ospiti. Gli obiettivi del corso, che avrà forma seminariale, sono quindi quelli di far acquisire agli operatori la consapevolezza del ruolo di “curante”, ciascuno nell’ambito delle proprie mansioni, quella dell’importanza del linguaggio verbale nella relazione con gli ospiti e l’acquisizione delle tecniche di ascolto e di intervento verbale secondo i principi dell’approccio capacitante. Come spiega nel suo libro “Alzheimer senza paura” il dottor Pietro Vigorelli, “Il succo del metodo consiste nell’ascoltare con attenzione le parole che il malato dice, così come le dice, quando le dice, senza fare domande. Imparare ad ascoltare senza interrompere, senza correggere, senza completare le frasi è il primo passo per diventare un curante esperto”. Alle attività formative, che prevedono un ciclo di dieci giornate formative, a cadenza mensile, parteciperanno 100 operatori delle RSA Maestrini di Arezzo, Stia, Sestino e delle Case Famiglia di Arezzo (San Polo, Casa Adriano, Villa I Bossi, Casa Ottavia). Il primo appuntamento è in programma martedì 6 dicembre e si svolgerà presso l’Hotel Minerva con un gruppo al mattino dalle 10 alle 13 e uno al pomeriggio dalle 14 alle 17.