I RAGAZZI DEL CENTRO DIURNO HELIOS PROTAGONISTI ALLA MOSTRA FOTOGRAFICA FIAF


I RAGAZZI DEL CENTRO DIURNO HELIOS PROTAGONISTI ALLA MOSTRA FOTOGRAFICA FIAF

Si chiama “Tanti per tutti” ed è un viaggio fotografico nel volontariato italiano pensato e realizzato dalla Federazione Italiana Associazioni Fotografiche (FIAF) che vedrà il suo culmine nell’inaugurazione contemporanea di 150 mostre in tutta Italia e di quella nazionale che si è svolta sabato nel luogo di riferimento della federazione, il Centro Italiano della Fotografia d’Autore di Bibbiena. Ad Arezzo il progetto ha avuto un significato speciale, perché vi hanno partecipato i ragazzi del Ccentro diurnoSdi aggregazione sociale per disabili Helios, una struttura creata e gestita da ‘Agorà d’Italia, società cooperativa consortile. Il centro, che ospita 16 persone di età compresa tra i 30 ed i 65 anni, ha al suo interno un laboratorio fotografico che coinvolge cinque persone, supportate da una educatrice e da alcuni volontari dell’associazione fotografica Imago di Arezzo. “Pensando alla fotografia come tecnica di comunicazione e al suo particolare linguaggio che consente di esprimersi senza parlare – spiega l’educatrice Lucia Caneschi -, abbiamo immaginato circa due anni e mezzo fa un laboratorio fotografico rivolto a persone con disabilità intellettiva. Da questa idea è nato un progetto tra il centro Helios e l’Associazione fotografica Imago, con l’intento di sperimentare con un gruppo di utenti l’uso della macchina fotografica come mezzo espressivo e comunicativo , facendogli scoprire un modo diverso di raccontare e comunicare emozioni. Da queste considerazioni è nato il progetto ‘Obiettivi speciali’, un percorso in cui i ragazzi hanno potuto operare nel concreto sentendosi completamente liberi di scattare foto senza regole da seguire né interferenze esterne, scegliendo per le uscite fotografiche il proprio soggetto da ritrarre. Forti di questa esperienza, abbiamo deciso di partecipare al progetto nazionale ‘Tanti per tutti – Viaggio nel Volontariato Italiano’, e abbiamo scelto come tema il lavoro dell’AVO (Associazione Volontari Ospedalieri) e della Tribù dei Nasi Rossi nella struttura ospedaliera di Arezzo. Abbiamo infatti ritenuto bello e significativo poter realizzare un documento fotografico che attestasse il lavoro giornaliero di queste persone nei reparti dell’ospedale aretino. Ne è venuto fuori un risultato veramente interessante, tanto che due delle foto dei nostri ragazzi sono state inserite anche nel catalogo nazionale e nella mostra di Bibbiena”. Tutti gli scatti realizzati saranno invece l’oggetto della mostra organizzata ad Arezzo assieme all’associazione Imago, fondata nel 2001 da un collettivo di fotografi per promuovere, valorizzare e diffondere la fotografia come forma artistica di espressione. La mostra sarà inaugurata sabato 11 giugno alle ore 18 nella Galleria Spazio Imago in via Vittorio Veneto 33/20, in contemporanea con quella nazionale di Bibbiena e con le altre 150 in tutto il territorio nazionale.

Helios foto 2