GESTIONE DI AGGRESSIVITA’ E VIOLENZA NELLE STRUTTURE PER DISABILI: CORSO DI FORMAZIONE


Arezzo. Il tema della gestione dell’aggressività e della violenza all’interno delle strutture residenziali per persone con disabilità è uno dei più importanti per chi opera nel settore, e per questo l’Istituto “Madre della Divina Provvidenza” di Agazzi e la Società Cooperativa Consortile “L’Agorà d’Italia” hanno organizzato un percorso formativo al quale parteciperanno come docenti due dei massimi esperti della materia, il dottor Franco Scarpa e la professoressa Cristina Gavalotti. Il percorso formativo si articolerà su due anni, coinvolgerà tutte le figure professionali che lavorano all’interno dell’Istituto “Madre della Divina Provvidenza” e delle RSA “Podere Modello” e “Villa Mimose” e si concluderà con un convegno in cui verranno presentati i risultati del corso. Il comportamento aggressivo non è né un sintomo né una malattia, ma è, comunque, un rilevante problema di tipo clinico – pratico che gli operatori delle strutture residenziali, dove sono presenti persone con disturbi psichici o neurologici ed intellettivi, devono affrontare. La violenza trova spesso gli operatori di tali servizi o strutture impreparati ad affrontare questi pazienti sul piano della relazione, dello stile di lavoro e della capacità di comunicazione. Anche l’ambiente organizzativo può in qualche caso facilitare, o rendere maggiormente problematici, i comportamenti violenti. Una terapia risolutiva del comportamento aggressivo e violento non può consistere solo ed esclusivamente nel mero trattamento farmacologico della violenza. La cura delle persone malate è il principale scopo delle organizzazioni sanitarie, ma è necessario che nei confronti dei comportamenti violenti, siano essi sporadici o sistematici, le equipe adottino schemi di intervento in grado di ridurne le conseguenze negative per il paziente e per gli operatori. L’obiettivo generale del corso è quindi quello di sviluppare le competenze necessarie per la gestione dell’utente con disturbi psichici e potenziale rischio di violenza, mirando a rendere possibile uno stile di lavoro ed una capacità professionale di prevenzione dei gesti violenti. Il prossimo appuntamento è fissato per lunedì 23 maggio ad Agazzi (Arezzo) ed il corso verrà tenuto dal dottor Franco Scarpa, Psichiatra Forense e Criminologo, responsabile dell’Unità Operativa Complessa “Salute in carcere”, mentre venerdì ci sarà la lezione della professoressa Cristina Galavotti, Criminologa Forense, Coordinatore Scientifico del Master di Criminologia Sociale dell’Università di Pisa.